COLPA DEL DESTINO

Immagine Freepik

Io – “Mi sento giù”.

Mentore - “Cambia i tuoi pensieri!”

Io – “Mi prendi in giro? Vuoi dire che mi sveglio e decido cosa pensare? … tutti bravi a fare il guru!”

Poi ho capito.

Attraverso i miei studi di PNL e psicologia ho scoperto quali dinamiche coinvolgano la mente che può diventare davvero una trappola, una gabbia dalla quale è difficile uscire quando i pensieri negativi, i condizionamenti, le credenze, sono così radicati da compromettere una vita intera.

sentirsi-in-trappola-600x377.jpg

Ancora tanta gente è convinta che nella vita occorra una buona dose di fortuna per essere felici e avere successo.

A volte capita di sentire frasi del tipo: “beato te che sei fortunato! A me certe cose non capitano, questa è la mia realtà…”.

A parte qualche rara combinazione fortunata come ad esempio una vincita alla lotteria, fare affidamento sulla Dea Bendata per essere felici è mera illusione, irrealistica e dannosa.

La vita è per il 10% cosa ti accade e per il 90% come reagisci

La vita è quella che è. Sei TU che decidi come vivertela.

Sei mai stato o stata in compagnia di una persona continuamente triste, negativa, nervosa? Quali sensazioni hai provato standole accanto?

Intendo quelle persone che hanno fatto della lamentela il loro stile di vita, non di chi si trova in un momento particolare e critico e che proprio per questo ha bisogno di condividere per sentirsi compreso e supportato.

E’ probabile che le “note stonate” del “lamentoso” ti abbiano contagiato infondendoti una sgradevole sensazione di disagio.

 Young alone girl feeling sad

Chi ha l’abitudine di lamentarsi e vede tutto grigio, allontana da sé le relazioni umane con il rischio concreto di minare un rapporto di coppia, genitoriale, di amicizia, di lavoro. Chi si lamenta non si mette mai in discussione riconoscendo i propri errori, ma ritiene gli altri responsabili delle sue disgrazie.

All’opposto, ti è mai successo di sentirti bene con chi ha il sorriso sulle labbra, ti sa ascoltare e ti porta sulle ali del pensiero positivo?

Come ti sei sentito o sentita in sua compagnia?

Immagine Freepik

Ci sono persone che vivono situazioni drammatiche eppure mantengono un atteggiamento positivo diventando per molti un vero punto di riferimento.

Come fanno?

Ognuno di noi filtra la realtà attraverso i propri sensi e la elabora attraverso il pensiero. Il pensiero poi diventa emozione, che diventa azione, che diventa abitudine, che diventa destino.

Mantieni i tuoi pensieri positivi,
perché i tuoi pensieri diventano parole.
Mantieni le tue parole positive,
perché le tue parole diventano i tuoi comportamenti.
Mantieni i tuoi comportamenti positivi,
perché i tuoi comportamenti diventano le tue abitudini.
Mantieni le tue abitudini positive,
perché le tue abitudini diventano i tuoi valori.
Mantieni i tuoi valori positivi,
perché i tuoi valori diventano il tuo destino.
(Mahatma Gandhi)

Chi è positivo è consapevole del proprio valore, delle proprie risorse interiori; sa riconoscere le qualità degli altri. Impara da ogni situazione, anche svantaggiosa, e fa tesoro delle esperienze riconoscendo in esse un mezzo di crescita personale, non si abbatte di fronte al problema ma coglie la sfida cercando nuove soluzioni.

Il Positivo è “assertivo”, sa quando dire SI ma anche quando dire NO nel pieno rispetto di sé e degli altri.

E’ piacevole stare in compagnia di chi ha vibrazioni così ed è favoloso esserne contagiati.

Immagine Freepik

Il bello è che tutti possono imparare a diventare padroni del proprio pensiero… e quindi delle proprie azioni, delle proprie abitudini, del proprio DESTINO!

Come?

Attraverso un percorso di consapevolezza diretto verso il cambiamento di pensieri e abitudini tossiche, di riscoperta di sé e delle proprie virtù.

Ama e rispetta te stesso o te stessa e avrai la chiave per cambiare la realtà intorno a te.

Cambia tu e cambierà la tua vita!

Io posso aiutarti nel tuo percorso grazie all’esperienza e alla competenza con cui da anni aiuto le persone nel loro affascinante processo di cambiamento.

Diventa la miglior versione di te stesso o te stessa.

Chiamami per fissare il tuo primo incontro, raccontami la tua storia e  mi metterò al tuo fianco per aprirti nuove prospettive.

La prima seduta è come sempre gratuita.

Il Coaching non fruga nel tuo passato ma ti aiuta a focalizzare l’attenzione sul tuo presente e su ciò che vuoi ottenere. In poche sessioni potrai renderti conto del cambiamento.

Tutti abbiamo due vite: la seconda inizia quando ci rendiamo conto di averne solo una.

Immagine Freepik